PARTINICO. Solidarietà ai Consiglieri dell’ex Maggioranza

Federico Orlando
ConsiglioComunale Partinico-ilSiculo.com

Un Consiglio molto Strano

Ieri si è consumata nella Sala Consiliare di Partinico, l’ennesima triste pagina di pseudo-politica, un Consiglio Comunale, tanto strano quanto importante, considerato l’argomento all’ordine del giorno: la delibera sulla privatizzazione della Casa di Riposo.

E’ d’obbligo sottolineare che a Partinico, ormai tanti anni non si assiste a sedute di Consiglio del tutto normali, il livello qualitativo è indiscutibilmente sceso da troppo tempo, ma questo anche perchè il livello generale della politica si è abbassato, dovunque. Ieri però, credo sia andato in scena uno spettacolo molto strano.

Un comportamento “Evitante”

Il comportamento evitante è il comportamento della persona ansiosa che non fidandosi delle sue capacità di gestire usa l’evitamento per difendersi dal mettersi in gioco.

Non voglio scrivere della Casa di Riposo, argomento oggetto della delibera in discussione, non entro nel merito, per spiegarvi invece, se ci riesco, il sentimento che mi ha suscitato ieri, il Consiglio Comunale.Ho provato compassione per i consiglieri della Maggioranza, che di fatto però, da qualche mese, sono in inferiorità numerica, quindi Minoranza.

Li ho visti, con tanta buona volontà, difendere il Sindaco che invece, dopo un intervento iniziale, era andato via, lasciandoli in evidente imbarazzo. L’argomento richiedeva la sua presenza, sia perchè in questo momento manca l’assessore al ramo, che si è dimesso adducendo motivi personali, sia perchè è stato proprio il Sindaco nel suo intervento a stimolare il dibattito, facendo un discorso pieno di punti da chiarire.

Il suo Vicesindaco, che è anche consigliere comunale, ha giustificato l’allontanamento del capo dell’amministrazione, dicendo che doveva andare a far visita agli operai della Distilleria Bertolino, ricoverati in ospedale dopo l’incendio e che sarebbe tornato subito dopo. Già questa è apparsa una scusa alquanto banale, perchè la visita, seppur doverosa, poteva essere spostata in un altro momento, considerato che la presenza del Sindaco in Consiglio era altrettanto importante.

Si è avuta la certezza che si trattasse di una scusa, con il passare delle ore, quando il Sindaco non tornava e l’imbarazzo dei suoi Consiglieri aumentava.Qualcuno dei quattro assessori, ha provato a parlare, con tanta volontà ma tanta improvvisazione, facendo proposte totalmente in antitesi al discorso fatto dal Sindaco prima di andarsene. Il tentativo non ha avuto successo, tanto da suscitare la sorpresa ed il disappunto di altri colleghi di Giunta.

Abbandonati ma Coraggiosi

La compassione nei confronti dei Consiglieri dell’ex Maggioranza, è aumentata quando è apparso palese che i colleghi dell’opposizione, pur avendo, dai numeri, la certezza che quella delibera l’avrebbero bocciata, cercavano di non infierire, prendendo tempo, senza chiedere di andare al voto. Avete presente quando in una partita di calcio, la squadra palesemente più forte vince già 4 o 5 a 0 e non tira più in porta per non fare altri gol?  Non è bello perchè anche se gli avversari non vogliono infierire ti stanno implicitamente dicendo che sei tanto scarso da non meritare il loro impegno. Ecco, la sensazione che si respirava all’interno della Sala Consiliare era proprio questa. I Consiglieri dell’ex maggioranza, sembravano una squadra di calcio senza il loro allenatore e con il capitano espulso, in balia degli avversari, continuavano a giocare, a correre, a battersi, ma aspettando soltanto che la partita finisse, per sfogare la loro rabbia, la loro delusione all’interno dello spogliatoio.

Delibera Bocciata, come previsto

Guardando attentamente le loro espressioni, mi sono accorto in più occasioni, che tra di loro si guardavano perplessi, coscienti di non aver argomenti convincenti, ma continuando comunque ad esprimere un grande orgoglio, provando a difendere, con i denti, il loro Sindaco che invece li aveva ingiustamente abbandonati. Alla fine come era scritto la Delibera è stata bocciata.

Meritano Rispetto

Mi sono chiesto, ma è giusto che questi consiglieri dell’ex maggioranza, che hanno creduto ad un progetto, che sono entrati in Consiglio con determinate prospettive, che magari avevano davvero la convinzione di poter diventare protagonisti di un cambiamento positivo, debbano adesso, dopo soli dieci mesi, essere additati come i complici dell’aggravamento del disastro Partinico ? Gli elettori di questo Sindaco sono stati tanti ma sono anonimi, loro invece, i Consiglieri, ci hanno messo l’impegno e la faccia, ma adesso per colpe non loro, sono diventati i colpevoli.

E’ apprezzabile, l’atteggiamento di questi reduci della maggioranza. Continuano a metterci impegno, volontà e difendono strenuamente il loro comandante, che dopo aver decimato l’equipaggio, ha pure abbandonato la nave.

Sono encomiabili, come eroi di vecchio stampo, per questo a loro va tutta la mia Solidarietà.

Federico Orlando

Giornalista. Da giovanissimo inizia a scrivere per il giornale "L'ORA" iscritto all'Ordine dei Giornalisti nell'83 trasforma la passione in lavoro, grazie all'emittente privata TV7 Partinico di cui diventa il Direttore.
Per diversi anni lavora anche nella redazione di un'altra Tv privata "Teleoccidente" dal 2005 al 2015 fa il corrispondente per la Sicilia per il Network nazionale "Canale Italia".
Nel 2000 crea "il Siculo" mensile di approfondimento giornalistico che nel 2004 ha trasformato in Sito web.
Oggi è responsabile dell'informazione della più grande radio privata siciliana "Primaradio", per la quale cura la trasmissione quotidiana "l'Orlando Furioso"
Federico Orlando
In the news
Load More