“Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non fate nulla per cambiarla.” Martin Luther King

Federico Orlando

Partinico mai così in basso

Mai così in basso, mai così abbandonato al proprio destino, mai così deriso dal territorio circostante, mai così incattivito mai, mai, mai. Il paese di Partinico, non ha mai vissuto un periodo più buio dal punto di vista sociale. Chi non è d’accordo alzi la mano e parli.

Il degrado morale

La settimana di Pasqua ha rappresentato l’apice del degrado morale in cui è sprofondato il paese negli ultimi mesi. Due gli episodi sui quali non si possono evitare considerazioni. Il primo in ordine di tempo, un filmato, in cui si vede un’automobile, entrare in modo furtivo in una stradina del centro storico, in controsenso e lasciare un sacchetto di rifiuti. L’episodio, sul quale si sono sprecati i commenti su facebook, è stato addebitato ad un assessore della Giunta De Luca, di cui in molti hanno riconosciuto l’automobile.

Gesto inqualificabile

Non mi soffermo sulla dignità di chi ha compiuto il gesto, che andrebbe denunciato anche perché così prevede la legge e mi rifiuto di credere che sia stato un Assessore a compierlo, perché in quel caso il problema sarebbe di natura mentale, quindi più che le forze dell’ordine dovrebbero intervenire i psichiatri, ma voglio puntualizzare, quello che non è stato fatto e che ogni cittadino deve pretendere: una presa di posizione del Sindaco.

Qual’è la posizione del Sindaco ?

Il gesto inqualificabile, è stato attribuito, anche se non ufficialmente, ad un componente della sua Giunta, secondo me ingiustamente, ma il Sindaco, non ha fatto nessuna dichiarazione, ne a difesa della persona di sua fiducia, ne di accusa, se davvero il gesto è stato compiuto da un suo Assessore. Come se il padre non si presentasse in caserma se il figlio è stato sorpreso alla guida senza patente. Ma è possibile ? L’indifferenza dell’architetto è offensiva per i cittadini che lo hanno eletto ma anche per quelli che la sua elezione hanno subito passivamente e potrebbero assimilare il silenzio alla codardia.

Io sto scrivendo quello che penso, nel pieno rispetto per le istituzioni, ma nella consapevolezza che i cittadini meritano rispetto. Chi non è d’accordo deve dirlo, chi pensa che le voci insistenti sulla possibilità che un assessore  abbia abbandonato i rifiuti per strada, non interessano al Sindaco, abbia il coraggio di scriverlo, firmandosi però, con nome e cognome. Per quanto mi riguarda, il silenzio del Sindaco su un episodio così grave aumenta la mia indignazione, non ho paura a scriverlo e gridarlo ad alta voce, per me è vergognoso !

Ombre scure sulla Casa di Riposo

Un altro episodio altrettanto grave è quello che ha raccontato il consigliere Giuseppe Barbici, che nel suo ruolo istituzionale ha effettuato una visita ispettiva presso la Casa di Riposo “Canonica Cataldo” dove ha trovato il cadavere di un ospite, passato a miglior vita, in attesa di sepoltura da un paio di giorni. Potrebbe essere del tutto normale, potrebbe rientrare nei tempi tecnici per la sepoltura, ma di fatto, quando sono intervenuti i Carabinieri, hanno fatto immediatamente chiudere la cassa. Magari, in questo caso, non ci sarà nulla di irregolare, è quello che mi auguro, ma da quello che si è appreso da Tv e Social Network, l’episodio ha i canoni di una macabra scoperta in una struttura comunale. Il Sindaco però, non è intervenuto a far chiarezza neppure in questo caso.

Scusate, ma neppure questo compete al primo cittadino ? Anche in questo caso, l’architetto non è interessato? E’ giusto far pensare, che alla Casa di Riposo comunale, gli ospiti muoiono e vengono lasciati a marcire al buio di una stanza ? Chi deve chiarire questa assurda prospettiva ? L’assessore ai Servizi Sociali, si è dimessa da tempo e non può farlo, il Sindaco dov’è ? Cosa fa ? Anche in questo caso abbiamo il dovere di pretendere chiarezza dal Primo Cittadino.

Però… c’è il Treno del Gusto

Prima di scrivere per evidenziare la mia totale indignazione, ho aspettato che passasse la Pasqua, il 25 Aprile, cosciente che si trattava solo di una scusa, inconsciamente speranzoso che qualche dichiarazione sui due episodi il Sindaco la facesse, forse convinto che alla pavidità, c’è un limite, invece no, siamo arrivati alla fine del mese e sui due episodi il Primo Cittadino di Partinico non si è pronunciato.

Un comunicato in verità, l’ho letto sulla sua pagina facebook, con tanto di filmato, venerdì , pomeriggio. Il Sindaco ha comunicato che a Partinico si fermerà il Treno Storico e 300 passeggeri visiteranno Chiese e Monumenti della città. Questa è la notizia che il Sindaco ha commentato con i soliti toni trionfalistici, i 300 visitatori del Treno Storico del prossimo 19 maggio. Io… mi sento preso in giro, sono indignato e lo scrivo, nel rispetto delle istituzioni ma con lo sdegno nei confronti di chi, queste istituzioni, ha portato al ridicolo.

Ci lamentiamo copiosamente, ma diventiamo vigliacchi quando si tratta di assumere dei provvedimenti. Vogliamo che tutto cambi, ma ci rifiutiamo di cambiare noi stessi.
(Paulo Coelho)

Federico Orlando

Giornalista. Da giovanissimo inizia a scrivere per il giornale "L'ORA" iscritto all'Ordine dei Giornalisti nell'83 trasforma la passione in lavoro, grazie all'emittente privata TV7 Partinico di cui diventa il Direttore.
Per diversi anni lavora anche nella redazione di un'altra Tv privata "Teleoccidente" dal 2005 al 2015 fa il corrispondente per la Sicilia per il Network nazionale "Canale Italia".
Nel 2000 crea "il Siculo" mensile di approfondimento giornalistico che nel 2004 ha trasformato in Sito web.
Oggi è responsabile dell'informazione della più grande radio privata siciliana "Primaradio", per la quale cura la trasmissione quotidiana "l'Orlando Furioso"
Federico Orlando
In the news
Load More